Blog: http://Gocciadime.ilcannocchiale.it

Quando tutte le parole sai che non ti servon più.

 
Succede. Succede che d’un tratto le parole cessano di rappresentare la tua arma contro il mondo.
E’ successo anche a me, contro ogni mia aspettativa. Mi sentivo forte ed invincibile nascosta dietro questo muro fucsia di pensieri e parole. E poi cos’è successo? Pensieri troppo confusi non ce l’hanno fatta più ad aggrovigliarsi alle mie parole. Son caduti.

Ma ci sono ancora io. Sempre la stessa. E ciò mi spaventa.
E c’è ancora lei, la mia amica di sempre. Ma non è più la stessa. E mi spaventa di più.

Mi dice Ale, la tua piccola non c’è più… non ho più un sogno, non potrò più offrirti giornate spensierate. Accettami così. Amando si può.
Ed io invece di darle forza mi sento male all’idea. Che forza lei ne ha da vendere. Che tra le due io son sempre stata la più fragile.
Mi dice Ale tu hai tutto, hai una vita fatta di piccole e semplici cose. Non lamentarti, saresti un’ingrata.
Ed io mi sento irriconoscente, perché dentro me le cose sono sempre grandi e complesse. E non sono mai cambiate. Ed io non riesco ad essere migliore.
Io. Sempre Io. Sempre la stessa.

E le parole a volte - proprio no - non servono.



Gocciadime.

Pubblicato il 24/8/2009 alle 12.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web