Blog: http://Gocciadime.ilcannocchiale.it

Riesci a sentirmi?


Mi vedi? Sono io, quella che non si accontenta. Quella sempre in bilico tra i miei vorrei ma non posso e potrei ma non voglio. Quella a cui dai 10 e vorrebbe 11. Quella che non è mai sazia del tramonto e delle aurore.

E mentre cerco lune riflesse nel pozzo ogni tanto mi sporgo troppo giù. Guardo. Nel profondo. Sento l’eco dei miei sogni. Sono il canto delle sirene per un Ulisse legato con corde sterili di ovatta. Quasi le afferro. E la temperatura è dolce.




                             


Eccomi, sono io. Sono qui. Mordimi l’ anima, falla a brandelli, mastica il buono e il cattivo, assaporane l’ essenza, gusta con ogni papilla l’ agrodolce che è in me. Ingoia forza d'animo e sputa fuori le apparenze. Sono qui. Sminuzza le ipocrisie, frantuma i falsi miti, sbriciola le arroganze.

Non ti basta? Allora bevi pure dai miei occhi, lecca il vapore che esala la mia pelle, annusa l’ odore tra le gambe, ascolta le vibrazioni che produce il mio spirito, percepisci i soffi vitali che raggiungono in un secondo ogni tuo capillare. Li avverti, vero?

Succhia ciò che scorre nelle vene. È un liquido caldo. Bolle. Intenso. Sta’ zitto… goditi il retrogusto acre delle mie gocce dolci come miele e amare come fiele. Respira le mie fibrillazioni.

Cosa c’è? Sei stravolto? Prendi fiato se ne hai bisogno, e poi immergiti nuovamente nei miei aliti di contraddizioni. Sono armi che tagliano solo se non sai usarle.

Riesci a sentirmi?


Gocciadime

Pubblicato il 4/12/2007 alle 12.53 nella rubrica Gocce di me.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web